Colloqui di lavoro: Alice si racconta

Il giorno 19 novembre, nell’ambito del nostro progetto alternanza scuola-lavoro abbiamo partecipato ad un incontro con Alice Lodi studentessa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Economia e Gestione Aziendale (Service Management) di Milano, ed ex studentessa del nostro liceo linguistico.

Lo scopo dell’incontro era quello non solo di informarci sull’ambito lavorativo scelto da Alice, ma anche a prepararci ad un primo approccio con il mondo del lavoro.agenzia ricerca lavoro michael page

Alice sta facendo uno stage per PageGroup (nel ramo Michael Page), una nota società di consulenza che, a differenza delle Agenzie Interinali, non ha accordi con lo Stato sulle assunzioni e sui contratti di lavoro.

Il suo lavoro consiste in primo luogo nel controllare i curriculum di una vasta gamma di persone, scegliere quelli con i requisiti richiesti dall’azienda, contattarli per verificarne la veridicità e successivamente fissare un incontro con il responsabile di quell’ambito, per poi, se positivo, assumerli. Durante il colloquio vengono valutate le competenze e le apparenze,ad oggi molto importanti, dei singoli candidati.

Dopo averci spiegato in che cosa consiste il suo lavoro, ci ha fatto chiarezza su un tema che interesserà tutti noi, quando completeremo i nostri studi: il Curriculum Vitae.

Ci sono due tipi di Curriculum:

-Curriculum Personalizzato

Formato Europeo (europass)curriculum di lavoro europass

Alice ci ha consigliato di utilizzare il formato europeo, perché più pratico sia per noi che per lei e per tutti quelli che fanno il suo lavoro. Infatti con il modello Standard tutte le competenze e i punti importanti sono facilmente localizzabili, saltando maggiormente all’occhio. Ci ha inoltre dato dei consigli personali su cosa è importante e cosa non lo è all’interno di un curriculum, come per esempio non dare informazioni false per ampliare le nostre competenze perché verrebbero controllate durante il colloquio.linkedin per la ricerca di lavoro

L’incontro si è concluso con la spiegazione in modo molto semplice e coeso dei Social Network adibiti alla ricerca sia di lavoro,che di candidati, come per esempio Monster e Linkedin.

A parer nostro, questo incontro è stata un’esperienza particolarmente istruttiva, sia dal punto di vista scolastico, sia da quello formativo. Grazie alle sue utili spiegazioni, abbiamo approfondito concetti che troppo spesso vengono dati per scontati quando in realtà andrebbero tenuti in considerazione, per esempio l’abbigliamento ideale per un colloquio di lavoro.
La ringraziamo per questo, per aver arricchito il nostro bagaglio di informazioni riguardante la sfera del lavoro e per averci parlato in modo diretto della sua esperienza personale.